Cass. civ., 12 febbraio 2016 n. 2830 – Limiti della rilevanza del codice disciplinare sindacale

L’elencazione delle ipotesi di giusta causa di licenziamento contenuta nei contratti collettivi, al contrario che per le sanzioni disciplinari con effetto conservativo, non è tassativa, ma soltanto esemplificativa. È pertanto corretta la decisione di merito che, pur non ricorrendo gli elementi propri della fattispecie giuridica della rissa prevista dal contratto collettivo come ipotesi di licenziamento per giusta causa, abbia valutato la condotta del lavoratore incolpato avendo riguardo al significato che del termine viene dato nella vita comune e tenendo conto di ciò che, in base alle peculiarità dell’ambiente di lavoro, il fatto abbia, o no, provocato una qualche alterazione della regolarità e dell’ordinato svolgimento della vita collettiva all’interno di esso.