Cass. civ., 26 gennaio 2016 n. 1352 – Quando i tempi per indossare abiti da lavoro sono tempi di lavoro

Quando il datore di lavoro determina tempo e luogo ove indossare la divisa o gli indumenti necessari per la prestazione lavorativa, il tempo necessario per la vestizione e svestizione deve essere considerato tempo di lavoro. Quella determinazione può risultare dall’esistenza di una esplicita disciplina d’impresa ovvero può risultare implicitamente dalla natura degli indumenti da indossare o dalla specifica funzione che essi devono assolvere nello svolgimento della prestazione come, ad esempio, ragioni di igiene imposte dalla prestazione da svolgere o dalla qualità degli indumenti, quando essi siano diversi da quelli utilizzati o utilizzabili nell’abbigliamento secondo un criterio di normalità sociale, sicché non si possa ragionevolmente ipotizzare che siano indossati al di fuori del luogo di lavoro.